Ti trovi in

Vendita forzata e normativa antiriciclaggio

11/02/2021

Uno studio del Consiglio Nazionale del Notariato ha approfondito le tematiche della applicabilità della normativa antiriciclaggio in sede di vendita forzata

Lo studio affronta la delicata e controversa problematica della applicabilità della normativa antiriciclaggio in sede di vendita forzata e di vendita competitiva (in sede concorsuale) giungendo ad escluderla, per lo più in ragione del fatto che il professionista non agisce in quanto tale ma bensì quale delegato del giudice, eccettuata la peculiare ipotesi della vendita competitiva che si concluda (non con decreto di trasferimento del giudice ma) con atto notarile.

Nel pervenire alle conclusioni, vengono altresì evidenziate le difficoltà di colmare, in via interpretativa, detta lacuna normativa ed i circoscritti confini entro i quali ciò possa essere effettuato, ricorrendo, in assenza di previsioni specifiche sulle procedure esecutive o concorsuali nell’ambito della normativa antiriciclaggio, a previsioni di carattere più generale contenute nell’ambito di questa normativa (come l’art. 12 del D.lgs. n. 231/2007).